Didattica

2003? IMBATTUTO

6 luglio 2017   21:15   Paolo Ferioli

Il sensazionalismo è all'ordine del giorno, sulle testate giornalistiche rimbalzano paragoni con la famigerata estate del 2003, ma si fa in fretta a dimenticare. Un'analisi oggettiva va a confutare questa teoria per la nostra regione, per lo meno dal punto di vista termico. Dati alla mano, 2003 imbattuto sì, ma anche il mese appena trascorso non è stato di certo fresco, d'altronde ce ne siamo ben accorti. Sono state prese […]

IL DOWNBURST NON E’ UNA TROMBA D’ARIA

15 ottobre 2016   8:04   Gianfranco Saffioti

Per nostra fortuna gli eventi tornadici sono piuttosto rari, anche se non impossibili, nel nostro paese; i temporali possono tuttavia produrre venti molto intensi e pericolosi anche in assenza di vere e proprie trombe d'aria. Figura 1: Schematizzazione del fenomeno del Downburst (Fonte forum.meteonetwork.it) La quasi totalità delle volte in cui si usa il termine tromba d'aria, lo si usa a sproposito. Spesso il giornalista che si trova ad osservare […]

ASSESTAMENTO

18 settembre 2016   9:26   Gianfranco Saffioti

Diminuzione di spessore del manto nevoso dovuta all’azione del peso proprio della neve ed ai fenomeni di metamorfismo distruttivo e di fusione. Porta come conseguenza un aumento della densità. La velocità con cui procede il fenomeno è direttamente influenzata dalla temperatura.

AREA CLIMATICA

7 agosto 2016   9:22   Gianfranco Saffioti

I valori di temperatura, pressione, umidità, nuvolosità, venti e precipitazione possono essere influenzati da diversi fattori come la latitudine, l’altitudine la conformità dei rilievi, delle pianure e del mare, le correnti aeree e marine, l’albedo e dall’intervento umano. Quando questi, calcolati su un periodo di tempo di 20-30 anni, risultano omogenei su una zona, allora si parla di area climatica. L’area, dal punto di visto geografico, deve avere le stesse […]

ANTICICLONI TERMICI

3 luglio 2016   10:02   Gianfranco Saffioti

Esistono due tipi di anticicloni termici: quelli stagionali e quelli a ciclo diurno. Per quanto riguarda questi ultimi il loro sviluppo avviene sulle zone superficiali che rimangono più fredde rispetto ad altre. Ad esempio, rispetto alla superficie marina, la terra ferma si raffredda più velocemente durante la notte, per cui l’aria al di sopra di essa rimane più fredda e quindi più densa e compatta che non quella sul mare. […]


Limet
ASSOCIAZIONE CULTURALE LIGURE DI METEOROLOGIA
Via T. Pendola 7/2
16143 GENOVA

P.IVA: 02348020997
C.F.: 92084420097
Per qualsiasi informazione riguardante la nostra Associazione potete scrivere a info@centrometeoligure.it

Per richiedere informazioni utili sulla nostra Rete di Rilevamento in Tempo Reale scrivete a staff@retelimet.it