Sostieni LIMET con una donazione!

Temporali

Cronaca di una giornata estiva: il mattino presto il cielo si presenta sereno, bastano però poche ore e compaiono i primi cumuli sui monti, sui pendii che per primi sono stati illuminati dal sole.

Il resto della giornata trascorre senza che succeda nulla di particolare, e solo ogni tanto il sole viene oscurato da un cumulo di passaggio.

Poi all’improvviso scoppia un temporale di breve durata e la notte che segue è serena e tranquilla. Eventi di questo tipo vengono denominati ‘temporali di calore’, sono innescati dal riscaldamento diurno e il loro raggio d’azione è molto limitato: una vallata alpina, parte di una provincia, talora solamente alcuni quartieri di una città.

A pochi chilometri di distanza il cielo può essere del tutto sereno e talora si avverte solo un aumento di intensità ed un cambio di direzione del vento.

Il temporale di calore si sviluppa nelle zone continentali in condizioni di debole circolazione atmosferica, anche con pressione relativamente elevata, e la sua origine va ricercata nella formazione di una colonna di aria instabile per cause puramente locali.

Non deve sorprendere che anche per la meteorologia moderna il temporale di calore risulta, quantomeno nella previsione classica a ventiquattro ore, una presenza davvero scomoda.

Per nostra fortuna, la maggior parte degli episodi temporaleschi ha un’origine dinamica, e questi possono essere previsti dal meteorologo grazie ai modelli numerici in uso.

Il temporale di origine dinamica si sviluppa entro una porzione dell’atmosfera che risulta essere instabile anche su lunghezze dell’ordine di centinaia di chilometri.

Vi sono i temporali che si sviluppano lungo le superfici frontali (fronte freddo specialmente) e i temporali che nascono dopo il passaggio del fronte freddo in regioni di elevata instabilità dell’aria, a patto che vi sia aria molto fredda in quota e condizioni favorevoli ai moti verticali.

Nella realtà l’innesco del singolo temporale può ancora essere condizionato dai fattori locali, specie dall’orografia, ma i forti moti convettivi vengono attivati da cause dinamiche ‘esterne’ che sono, in generale, le stesse che concorrono allo sviluppo della nuvolosità e delle piogge non temporalesche.

Avremo dunque temporali su diverse località, e magari più episodi consecutivi.

Non è difficile imparare a classificare il tipo di temporale a cui abbiamo assistito: se l’evento è generato da un fronte freddo il barometro segnalerà prima un calo, poi un sensibile aumento della pressione, diversamente la lancetta del barometro si sarà mossa di poco; se il temporale si sviluppa entro un nucleo di aria fredda non mancheremo di osservare la brusca discesa della temperatura soprattutto durante la precipitazione, ma che perdura anche nelle ore successive, mentre il temporale di calore ha un effetto ‘rinfrescante’ di breve durata, spesso limitato solo al momento dei rovesci.

Più in generale, ovviamente, i temporali che osserviamo all’interno di un periodo di tempo perturbato, che sono preceduti da piogge o che sono seguite da altre ore di maltempo, senza necessariamente un cambio della massa d’aria, hanno sempre un’origine dinamica.

Articoli contenenti il termine 'Temporali'



FRONTE TEMPORALESCO DAL NORD EUROPA E FINE DELLA CALURA

25 agosto 2018   8:22   Stefano Capurro

Alta pressione in indebolimento e fine del caldo afoso nel weekend ad opera di un fronte temporalesco in arrivo dal Nord Europa. Temperature in generale e sensibile calo. Dopo il forte caldo dapprima di tipo torrido (secco) e negli ultimi giorni divenuto afoso (umido) con notti dal sapore tropicale eccoci giunti all'ultimo week-end di agosto che vedrà la fine di questo caldo anomalo ma soprattutto persistente. Una veloce perturbazione in […]

NUOVA PERTURBAZIONE IN AVVICINAMENTO

20 luglio 2018   8:39   Andrea Mastropasqua

Stiamo per giungere verso la fine di questo intervallo anticiclonico. Dopo il transito dello scorso fronte Atlantico avvenuto all'inizio della settimana, si profila un weekend movimentato per il settentrione italiano. La perturbazione attualmente ad Ovest, transitera tra la giornata di domani e Domenica, provocando un sensibile aumento delll'instabilità. I rovesci saranno anche a sfondo temporalesco e già oggi popoleranno le zone a Nord del Po. Sulla nostra Liguria invece i […]

AFA IN ARRIVO

10 luglio 2018   6:15   Andrea Mastropasqua

L'antiticlone continua a proteggere il Mediterraneo Occidentale. Tuttavia la presenza di una saccatura sull'Europa centro-settentrionale, determinerà inflitrazioni di aria più fresca settentrionale in quota che causeranno un generale aumento dell'instabilità. La giornata odierna si apre con cieli poco nuvolosi, qualche nube bassa interessa il settore centro-occidentale senza conseguenze. Le temperature minime lungo le coste si sono assestate tra +19°C e +24°C con maggiore refrigerio nell'interno e sui versanti padani dove […]

SOLE E BEL TEMPO. RISCHIO TEMPORALI POMERIDIANI SUI MONTI

7 luglio 2018   8:21   Stefano Capurro

Fine settimana di stampo prettamente estivo con temperature nella norma grazie al rinforzo dell'anticiclone anche sulle nostre zone. Instabilità pomeridiana in agguato sui rilievi con locali temporali. Le condizioni anticicloniche indebolitesi nei giorni scorsi a causa di infiltrazioni di correnti più fresche di origine atlantica, che molti danni hanno causato nelle regioni di pianura del Nord Italia, andranno gradualmente ristabilendosi nel corso del weekend che va ad iniziare. Da oggi […]

GOCCIA FREDDA ATTIVA SULLA LIGURIA

8 giugno 2018   8:45   Andrea Mastropasqua

Tempi duri per le figure anticicloniche, continuamente ostacolate da impulsi atlantici e depressioni. Durante la giornata odierna infatti, il transito dell'ennesima goccia fredda in quota in spostamento dal Mar Tirreno verso Nord-Est, determinerà sulla nostra Liguria un incremento delle nubi, con maggiori possibilità di rovesci e temporali pomeridiani. La mattinata si apre all'insegna delle nubi un pò su tutto il territorio; qualche debole pioggia nella notte ha interessato il settore […]


ASSOCIAZIONE CULTURALE LIGURE DI METEOROLOGIA (LIMET)
Via T. Pendola 7/2
16143 GENOVA

P.IVA: 02348020997
C.F.: 92084420097
PEC limet@pec.it
Per qualsiasi informazione riguardante la nostra Associazione potete scrivere a info@centrometeoligure.it

Per richiedere informazioni utili sulla nostra Rete di Rilevamento in Tempo Reale scrivete a staff@retelimet.it