Sostieni LIMET con una donazione!

ANTICICLONI TERMICI

3 Luglio 2016   10:02   Gianfranco Saffioti   Didattica




Esistono due tipi di anticicloni termici: quelli stagionali e quelli a ciclo diurno. Per quanto riguarda questi ultimi il loro sviluppo avviene sulle zone superficiali che rimangono più fredde rispetto ad altre. Ad esempio, rispetto alla superficie marina, la terra ferma si raffredda più velocemente durante la notte, per cui l’aria al di sopra di essa rimane più fredda e quindi più densa e compatta che non quella sul mare. Per questo motivo sulle zone costiere interne si ha un’area di alta pressione (anticiclonica) rispetto al mare; tale dislivello barico genera la brezza di terra: venti dalla costa verso il mare. Anche le brezze di valle si sviluppano per lo stesso motivo: di notte le catene montuose si raffreddano di più che non le pianure adiacenti per cui la pressione è relativamente più alta in prossimità delle cime; si attiva così una circolazione d’aria dal monte verso le pianure attraverso le valli.
Gli anticicloni termici possono anche persistere per lunghi periodi di tempo e non solo per una notte. In questo caso si parla di anticicloni termici stagionali. E’ bene sottolineare che la stagione in cui l’alta pressione si stabilizza sulle zone continentali, ossia all’interno di vaste distese di terra, è quella invernale. E’ il caso dell’anticiclone Euro-Asiatico, la cui propaggine che viene a "farci visita" è da noi conosciuta come Anticiclone Russo o Siberiano. Non esistono quindi anticicloni termici continentali in estate.

In effetti questa affermazione è coerente con quanto sopra esposto riguardo al meccanismo che genera l’area di alta pressione: d’inverno le zone continentali si raffreddano notevolmente, soprattutto quelle a latitudini elevate determinando un raffreddamento dell’aria nei bassi strati e quindi alta pressione. E’ immediato quindi osservare che in estate le aree anticicloniche di origine termica si formeranno sui mari, i quali rimangono più freddi della terra ferma.

A questo proposito, spesso sentiamo parlare dell’Anticiclone delle Azzorre e del suo espandersi sul Mediterraneo con la conseguenza di ottenere alta pressione in prossimità della nostra Penisola e quindi giornate di bel tempo. E’ tuttavia improprio parlare di spostamento dell’anticiclone sui nostri mari durante il periodo estivo: la causa principale dell’innalzamento della pressione sul Mediterraneo è quella di origine termica descritta.




ALTRI ARTICOLI IN DIDATTICA


Vi abbiamo parlato delle indagini che alcuni ricercatori stanno portando avanti circa le correlazioni tra la diffusione del contagio da COVID-19 e..

Ci si domanda se la diffusione di COVID-19 possa essere in qualche modo correlata all'andamento del tempo atmosferico e alle caratteristiche..

COMMENTI



ASSOCIAZIONE CULTURALE LIGURE DI METEOROLOGIA (LIMET)
Via T. Pendola 7/2
16143 GENOVA

P.IVA: 02348020997
C.F.: 92084420097
PEC limet@pec.it
Per qualsiasi informazione riguardante la nostra Associazione potete scrivere a info@centrometeoligure.it

Per richiedere informazioni utili sulla nostra Rete di Rilevamento in Tempo Reale scrivete a staff@retelimet.it