Sostieni LIMET con una donazione!

Primavera

La primavera, che per gli studiosi di meteorologia si colloca tra il 1° marzo e il 31 maggio, rappresenta senza dubbio una stagione molto attesa da tutti, poiché si manifesta attraverso una molteplicità di fattori che influenzano in maniera positiva la nostra psiche, visto che hanno come fulcro il risveglio di tutta la natura dopo il “recupero di energie” invernale.

Molti di questi fattori sono legati alla situazione particolare del clima che diviene sempre più gradevole man mano che la stagione progredisce verso l’estate.

I più evidenti fattori meteorologici sono:

• la progressiva risalita (in media) della temperatura dell’aria che, finalmente, spezza la morsa del freddo invernale;

• un più frequente passaggio di sistemi nuvolosi carichi di piogge che possono risultare anche copiose su molte delle nostre regioni, soprattutto al Centronord.

La primavera, così come l’autunno, rappresenta il passaggio tra le due stagioni estreme dell’anno: come tale si deve addossare anche tutti i “traumi” derivanti dal vivace rimescolamento fra aria calda che tenta di instaurarsi di nuovo da noi, dopo essere “migrata” altrove per svernare, e le insistenti e “nostalgiche” irruzioni di aria ancora piuttosto fredda dal nord (che sovente vengono chiamate “colpi di coda dell’inverno”, specialmente se avvengono tra aprile e maggio); questo contrasto dà luogo, appunto, ad un maggior numero medio di perturbazioni in transito sul nostro Paese rispetto alla precedente stagione;

• la sempre maggiore riattivazione dei moti convettivi dell’aria: infatti l’atmosfera si comporta come un immenso “pentolone” pieno di aria che, riscaldata dal basso (il suolo riscaldato dai raggi solari), sale sul punto dove è riscaldata per poi ridiscendere ai bordi.

Questi moti sono resi evidenti dalla sempre più frequente presenza di nubi cumuliformi nelle ore centrali del giorno che possono generare anche temporali (detti “di calore”) e dalle brezze lungo litorali e valli.

La nostra primavera in cifre (i valori riportati sono le medie climatiche):

Le TEMPERATURE MINIME notturne oscillano tra i seguenti valori: da +3°C all’inizio di marzo a +14°C alla fine di maggio AL NORD.

Da +4°C all’inizio di marzo a +13°C alla fine di maggio AL CENTRO.

Da +6°C all’inizio di marzo a +15°C alla fine di maggio AL SUD.

Le TEMPERATURE MASSIME diurne registrate mediamente dall’inizio di marzo alla fine di maggio oscillano tra i seguenti valori: da +13°C all’inizio di marzo a +24°C alla fine di maggio AL NORD.

Da +14°C all’inizio di marzo a +25°C alla fine di maggio AL CENTRO.

Da +13°C all’inizio di marzo a +24°C alla fine di maggio AL SUD.

La QUANTITA’ DI PIOGGIA cumulata mediamente dall’inizio di marzo alla fine di maggio oscilla tra i seguenti valori: AL NORD da 150 mm in pianura a 500 mm in molte aree alpine con una media di 26 giorni di pioggia dei quali da 5 a 10 possono essere di temporale, specie su pianura e Prealpi.

AL CENTRO da 150 mm in prossimità delle coste a 300 mm nelle aree interne con punte di 400 mm in alcune zone appenniniche per un totale medio di 28 giorni piovosi dei quali da 2 a 7 possono essere di temporale, soprattutto lungo il versante tirrenico.

AL SUD da 100 mm su Puglia e buona parte della Sicilia a 300 mm nelle altre regioni con punte di 400 mm in alcune zone interne montuose per un totale medio di 24 giorni piovosi dei quali da 1 a 5 possono essere di temporale.

Articoli contenenti il termine 'Primavera'



CALDO TORRIDO SULLA LIGURIA

15 giugno 2018   8:17   Andrea Mastropasqua

Dopo la goccia fredda dei giorni scorsi l'anticiclone delle Azzorre tenterà un'offensiva verso il vecchio continente. Si apre dunque una fase tendenzialmente stabile e mite grazie alle correnti settentrionali che scivolando lungo i pendii Appenninici, riscaldano e seccano l'aria (compressione adiabatica). Non mancheranno gli ormai noti temporali di calore, che potrebbero sconfinare parzialmente verso le zone costiere. La giornata odierna si apre all'insegna del bel tempo sul settore centro-occidentale. Qualche […]

GOCCIA FREDDA ATTIVA SULLA LIGURIA

8 giugno 2018   8:45   Andrea Mastropasqua

Tempi duri per le figure anticicloniche, continuamente ostacolate da impulsi atlantici e depressioni. Durante la giornata odierna infatti, il transito dell'ennesima goccia fredda in quota in spostamento dal Mar Tirreno verso Nord-Est, determinerà sulla nostra Liguria un incremento delle nubi, con maggiori possibilità di rovesci e temporali pomeridiani. La mattinata si apre all'insegna delle nubi un pò su tutto il territorio; qualche debole pioggia nella notte ha interessato il settore […]

GIORNATA DAI DUE VOLTI, WEEKEND A RISCHIO?

1 giugno 2018   8:28   Andrea Mastropasqua

Sembrerebbe di no. La pressione atmosferica infatti sarà in generale aumento in Europa e sul Mediterraneo, garantendo un fine settimana senza pioggia e più stabile. Non mancheranno locali disturbi nuvolosi, specialmente di notte ed al mattino lungo i settori costieri. La giornata odierna si apre all'insegna del grigio e della pioggia tra Savonese e Tigullio. Durante le prime ore della giornata, una piccola ma insidiosa convergenza è stata responsabile della […]

VERSO UN WEEKEND STABILE E MITE

25 maggio 2018   7:15   Andrea Mastropasqua

Dopo l'instabilità e le piogge, l'ultima parte del mese di Maggio risulterà stabile e mite, grazie alla risalita di aria più calda africana sull'Europa ed il Mediterraneo, veicolata da una circolazione ciclonica ubicata tra Marocco e Portogallo. Tale figura di bassa pressione funge da "divisore" tra l'anticiclone delle Azzorre presente in atlantico e quello Nord-Africano. Sulla Liguria tuttavia, avremo un tipo di ventilazione meridionale che lungo le coste limiterà e […]

INSTABILITA’ E TEMPORALI

18 maggio 2018   8:12   Andrea Mastropasqua

Si trascineranno almeno fino al weekend gli effetti della goccia fredda penetrata nel cuore del Mediterraneo durante i giorni scorsi. Quali saranno le conseguenze? Si avvertiranno maggiormente durante la giornata odierna, quando il divario termico tra l'aria fredda presente in quota e la temperatura del suolo inasprirà i contrasti, portando alla formazione di diversi rovesci e temporali a ridosso dei rilievi del Centro-Nord peninsulare. Questa mattina sulla nostra Liguria i […]


ASSOCIAZIONE CULTURALE LIGURE DI METEOROLOGIA (LIMET)
Via T. Pendola 7/2
16143 GENOVA

P.IVA: 02348020997
C.F.: 92084420097
PEC limet@pec.it
Per qualsiasi informazione riguardante la nostra Associazione potete scrivere a info@centrometeoligure.it

Per richiedere informazioni utili sulla nostra Rete di Rilevamento in Tempo Reale scrivete a staff@retelimet.it